google

Google è stata fondata nel settembre 1998 da Larry Page e Sergey Brin mentre erano studenti di dottorato all’Università di Stanford in California. Insieme, possiedono circa il 14% delle azioni della società e controllano il 56% del potere di voto degli azionisti attraverso il diritto di voto. Hanno costituito Google come società privata il 4 settembre 1998. L’offerta pubblica iniziale (IPO) ha avuto luogo il 19 agosto 2004 e Google si è trasferita nella nuova sede di Mountain View, in California, soprannominata Googleplex. Nel marzo 1999, l’azienda ha trasferito i suoi uffici a Palo Alto, sede di molte altre note start-up tecnologiche della Silicon Valley. L’anno successivo, Google ha iniziato a vendere annunci pubblicitari associati alle parole chiave di ricerca.[16] Per mantenere un design della pagina ordinato e per aumentare le entrate pubblicitarie, Google ha iniziato a sperimentare, in quello che sarebbe diventato AdWords, l’inserimento di annunci di testo a lato della pagina dei risultati di ricerca. Questo modello di pubblicità si è rivelato un successo ed è ancora oggi ampiamente utilizzato da Google.[17][18]

L’azienda ha anche iniziato a sperimentare l’acquisizione e l’integrazione di altre aziende nella propria. Nel 2002 ha acquistato Deja News, un sito di discussione Usenet che in seguito è diventato Google Groups.[19] Nello stesso anno ha acquisito Pyra Labs, sviluppatore della piattaforma di blog Blogger. Nell’aprile 2004 Google ha lanciato Gmail: un servizio di webmail gratuito con un gigabyte di spazio di archiviazione, integrato con Google Calendar e Google Talk, un altro servizio di messaggistica istantanea. Orkut, un sito web di social networking creato da Google, è stato lanciato nel 2004. Nell’agosto 2005 YouTube, un sito web di video sharing in cui gli utenti possono caricare, visualizzare e condividere video, è stato acquisito da Google per 1,65 miliardi di dollari.

La rapida crescita dei servizi di Google ha causato problemi operativi, in quanto l’azienda ha aggiunto nuovi dipendenti e centri dati. Di conseguenza, Google ha iniziato a riorganizzarsi in divisioni distinte: Advertising & Commerce (in seguito rinominata in “Google Ads” e “Google Marketing Platform”) e Google Cloud; Calico (salute), CapitalG (venture capital), GV (venture capital), Nest (dispositivi intelligenti), Verily (informazioni sanitarie), Waymo (guida autonoma).[20][21]

Da quando è stata quotata in borsa nel 2004, il prezzo delle azioni di Alphabet è aumentato costantementeanche se nel 2008 ha subito un brusco calo a causa della crisi finanziaria globale. Il 26 gennaio 2017, Alphabet ha sostituito Google come società quotata in borsa di maggior valore al mondo, con una capitalizzazione di mercato di 771 miliardi di dollari.[22][23]

Alphabet è la società madre di Google e di diverse altre società precedentemente di sua proprietà, come Calico, CapitalG, GV, Nest Labs, Verily e X. A giugno 2019, 14 società sono attualmente membri di Alphabet.[24]

Google è membro del Leadership Group for Digital India,[25][26] un’iniziativa del governo indiano per garantire a tutti i cittadini l’accesso alle risorse e ai servizi digitali. Il gruppo è composto da 30 membri del settore pubblico e privato. Google ha lavorato a diversi prodotti specifici per l’India, come l’iniziativa Wi-Fi pubblica Google Station, lanciata nel 2015, il programma mobile Android One, lanciato nel 2014, e YouTube Go, lanciato nel 2017.

Nel dicembre 2016, Google ha annunciato la creazione di una nuova società, Alphabet Inc, che fungerà da holding per Google e le sue controllate.[27][28] Il processo di ristrutturazione è stato completato il 2 ottobre 2015. Come parte del processo di ristrutturazione, Larry Page è diventato CEO di Alphabet e Sergey Brin è diventato presidente.[29]

La missione di Alphabet è “fare cose che contano – e lo facciamo sul serio”[30][31] Sundar Pichai ha dichiarato in occasione di un’assemblea degli azionisti che “Alphabet non vuole fare soldi. Vogliamo assicurarci di avere obiettivi grandi e ambiziosi che facciano la differenza nel mondo”[32]

Nel 2018, Google e la sua holding Alphabet avevano un valore stimato di 830 miliardi di dollari.[33] Nel 2019, Forbes ha classificato Alphabet come la seconda azienda americana per fatturato.[34]

Alphabet Inc. è un conglomerato multinazionale americano creato nel 2015 come società madre di Google e di diverse altre aziende precedentemente di sua proprietà. La società ha sede a Mountain View, in California. La riorganizzazione di Google in Alphabet è stata completata il 2 ottobre 2015.[35] Dal 2020, Google è la principale filiale di Alphabet e genera il 96% delle sue entrate.[36][37]

La struttura di holding consente una maggiore flessibilità e controllo su ogni singola entità aziendale. Ciò fornisce anche un maggior livello di trasparenza e responsabilità nei confronti degli azionisti.[38]

Nel 2016, la rivista Fortune ha classificato Alphabet (n. 22) come la terza azienda più ammirata al mondo,[39] mentre Forbes l’ha classificata (n. 4) come il secondo marchio di maggior valore al mondo nel 2017.[40]

Nel 2018, Google e la sua holding Alphabet avevano un valore stimato di 830 miliardi di dollari.[33] Nel 2019, Forbes ha classificato Alphabet come la seconda azienda statunitense per fatturato.[34]

Alphabet Inc. è un conglomerato multinazionale americano creato nel 2015 come società madre di Google e di diverse altre aziende precedentemente di sua proprietà. La società ha sede a Mountain View, in California. La riorganizzazione di Google in Alphabet è stata completata il 2 ottobre 2015.[35] Dal 2020, Google è la principale filiale di Alphabet e genera il 96% delle sue entrate.[36][37]

La struttura della holding consente una maggiore flessibilità e un maggiore controllo su ogni singola azienda. In questo modo si ottiene anche un maggior livello di trasparenza e di responsabilità nei confronti degli azionisti.[38]

Nel 2016, la rivista Fortune ha classificato Alphabet (n. 22) come la terza azienda più ammirata al mondo,[39] mentre Forbes l’ha classificata (n. 4) come il secondo marchio di maggior valore al mondo nel 2017.[40] Nel 2018, Google e la sua holding Alphabet avevano un valore stimato di 830 miliardi di dollari.[33] Nel 2019, Forbes ha classificato Alphabet come la seconda azienda statunitense per fatturato.[34]

Alphabet Inc. è un conglomerato multinazionale americano creato nel 2015 come società madre di Google e di diverse altre aziende precedentemente di sua proprietà. La società ha sede a Mountain View, in California. La riorganizzazione di Google in Alphabet è stata completata il 2 ottobre 2015. Dal 2020, Google è la principale filiale di Alphabet e genera il 96% delle sue entrate.